JESI O MATELICA?

14 Settembre 2020
Il Verdicchio, uno dei vini bianchi più conosciuti d’Italia che tutti ricordiamo anche per la classica bottiglia a forma di anfora che lo caratterizzava.
Bottiglia andata poi in disuso diversi anni fa quanto i produttori uniti in gruppo hanno deciso di puntare sulla qualità e sull’immagine di questa grande uva.
All’interno del Club “Un bicchiere con l’Oste” assieme al Fiano di Avellino lo consideriamo uno dei più importanti vini bianchi italiani, peccato che nella nostra zona sia poco diffuso.
La denominazione si suddivide in due zone, la prima è quella dei Castelli di Jesi la seconda quella di Matelica.
Il vino ottenuto nella zona di Jesi potremmo anche chiamarlo “Verdicchio di mare” perché è quello più prossimo alle belle spiagge marchigiane e quindi ne risente di più dell’influenza climatica regalata dalle onde marine.
Qui troviamo un microclima unico caratterizzato da importanti escursioni termiche che ne esaltano i profumi.
La zona geografica vocata alla sua produzione è situata in prossimità del fiume Esino, zona ventilata, ricca di luce e favorevole alla migliore evoluzione vegetativa e produttiva della vigna.
La zona di produzione del “Matelica” interessa invece otto comuni in parte nella provincia di Macerata e in parte in quella di Ancona.
A differenza di quello di Jesi viene prodotto nella parte più interna e lontana dalle influenze marine.
E’ un vino strutturato e giustamente sapido.
I vigneti sono coltivati su terreni calcarei che regalano ai vini una maggior finezza e qualità gusto-olfattiva.
Tutti i vini di entrambe le denominazioni devono essere ottenuti da uve Verdicchio per un minimo dell’85%.
Per la rimanenza posso concorrere altri vitigni a bacca bianca idonei alla coltivazione nella regione Marche.
Giovedì prossimo 17 settembre i due territori saranno messi a confronto in una incredibile degustazione dove i membri del Club decreteranno i tre migliori vini selezionati fra i 12 che ho selezionato.
Ne vedremo delle belle!
In alto i calici.
Paolo

Iscriviti alla newsletter

dell'Osteria del Pettirosso

Iscriviti alla nostra newsletter per scoprire tutte le nostre novità.